FESTIVAL SHOW: SUCCESSO CLAMOROSO NEL SALOTTO MESTRINO

Mestre ha ritrovato il suo smalto ieri sera, quando piazza Ferretto si è riempita di giovani per il Festival Show, la kermesse itinerante fimata da Radio Birikina e Radio Bella & Monella approdata nella location, sede della penultima tappa del tour.

Una serata “caliente” come non accadeva da settimane, viste le temperature dei giorni scorsi, che ha catalizzato circa ventimila persone venute ad applaudire i loro idoli. Alle 20 la presentazione della squadra e delle nuove maglie del Calcio Venezia, sponsor assieme al centro commerciale Valecenter dell’iniziativa, alla sua prima volta alla ribalta sotto le luci dei riflettori.
Poi alle 21.30 il via ufficiale al concerto, aperto come sempre dai bravissimi presentatori Monica Morgan e Franco Ghirardello che hanno portato sul palco tre giovani talenti che gareggiano per il titolo di miglior cantante giovane dell’estate. Sul palco poi sono arrivati i padroni di casa: Laura Barriales e Paolo Baruzzo, direttore artistico.

A scaldare i motori del Festival Show ci ha pensato Il Cile, che tra i suoi successi ha regalato al pubblico uno dei suoi pezzi più’ famosi “Cemento armato”. Dopo di lui il fenomeno dell’estate, Nadia and the Rabbits e di seguito uno dei più amati, Riccardo Sinigallia, ex Tiromancino. Dopo le 22 è stata la volta di Sananda Maitreya, conosciuto un tempo come Terence Trent Darby.

Big della serata gli Zero Assoluto, che hanno come previsto lasciato dietro di loro una scia di fan che affollavano via Manin per riuscire a vederli prima dell’esibizione, e Cristiano De Andrè.

Per ultima ad esibirsi davanti alla platea Patty Pravo, che ha regalato ai fan alcuni tra i suoi più famosi brani live.
Un momento speciale quello della cantante, che ha mandato in visibilio non solo i giovani ma anche chi i capelli li ha oramai brizzolati. Un omaggio della cantante veneziana, sulle scene da una vita, che sa conquistare anche oggi il pubblico di ogni età, segno di uno stile musicale capace di sfidare il tempo. (Fonte: La nuova di Venezia e Mestre)